fbpx

Come indicizzare un sito. Segnala il tuo sito a Google

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Perché un motore di ricerca assegni un rango a un sito, deve prima indicizzarlo. L’indicizzazione avviene quando i robot di Google scansionano il sito, seguendo i link che portano da una pagina web alle altre. Questo avviene in teoria. Ma in pratica, la domanda che ci si pone è: come indicizzare un sito? Ovvero: come inserire un sito su Google? Questo post illustra come indicizzare un sito.

Scansione e indicizzazione: cosa sono?


Affinché Google valuti un tuo sito, è indispensabile che dapprima lo raggiunga: perché se non può raggiungerlo, non può nemmeno valutarlo. E se non può valutarlo, manco può assegnargli un rango. Con la conseguenza che per Google quel sito sarà sempre inesistente.

Ora per capire come indicizzare un sito, occorre capire come funzionano i motori di ricerca. Prendiamo Google. Questo motore di ricerca è fondamentalmente composto da un crawler, da un indice e da alcuni algoritmi. Mentre il crawler se ne va per internet a caccia di nuovi contenuti, Google salva versioni HTML delle pagine che trova, per poi depositarle in un enorme database – index – dove una complessa serie di algoritmi ne ordina e ne valuta i contenuti.

Tutto questo avviene attraverso un processo di scansione, che essendo del tutto automatico, non richiede pressoché alcun intervento. Detto altrimenti, se volevi sapere come indicizzare un sito, sappi che in teoria non serve che tu faccia niente. E dico in teoria non per altro, ma perché può accadere che Google scelga deliberatamente di non indicizzare una determinata pagina. Come mai? Le ragioni possono essere diverse.

Il mio sito non compare su Google. Come mai?


Il fatto che l’indicizzazione avvenga automaticamente, non significa che debba necessariamente avvenire. Ci sono casi in cui una pagina può non apparire nei motori di ricerca. Di seguito trovi alcuni dei più frequenti.

  • Non è trascorso abbastanza tempo. È vero che il processo di indicizzazione opera 24 ore su 24, ma ciò non toglie che richieda tempo. Se il sito è nuovo, potrebbe volerci qualche giorno perché i Googlebot e gli altri crawler di Google lo scansionino.
  • Contenuti di qualità troppo bassa. Se i robot di Google ritengono che i contenuti di un sito siano di scarsa qualità, possono decidere di non prenderli in considerazione. Come nel caso in cui il sito esaminato abbia un numero di parole eccessivamente basso.
  • Pagine illeggibili. Contenuti complessi o lontani dagli standard (es.: JavaScript troppo pesante), possono far che Google non li legga, e che per conseguenza non li indicizzi. Semplicemente, quelle pagine rimangono invisibili.
  • Istruzioni di non indicizzazione. Quando gli spider di Google incontrano un ordine di non indicizzazione, tendono a non indicizzarne i contenuti (Assicurati di non avere scoraggiato i motori di ricerca dal cercare il tuo sito).

Verifica che il tuo sito sia indicizzato


Se il processo di scansione non incontra ostacoli, il tuo sito dovrebbe comparire sui motori di ricerca entro qualche giorno. Per verificare che sia indicizzato, non devi fare altro che andare su Google e digitare site: seguito dalla URL che vuoi verificare. Per esempio, per verificare che questo sito sia stato indicizzato, basta scrivere site:abovesafelevel.it. Se il sito compare, significa che Google lo ha trovato e che le pagine sono state indicizzate. Se per converso non lo trovi, ciò indica che l’indicizzazione deve ancora avere luogo.

Qui sotto un esempio con il sito di Amazon.it

Come indicizzare un sito – Above safe level


Per verificare che le tue pagine non abbiano problemi, un metodo è quello di utilizzare quello strumento straordinario (e del tutto gratuito) che si chiama Google Search Console.

Come velocizzare il processo di indicizzazione


Un tema caldo intorno all’indicizzazione, è quello circa il tempo necessario a scansionare un sito. Infatti, non tutti i siti sono scansionati nello stesso arco di tempo. Mentre alcuni vengono scansionati subito, altri rimangono nell’ombra molto a lungo. In questo caso, la questione è la seguente: cosa posso fare affinché i motori di ricerca scansionino il mio sito più velocemente? Una risposta si trova nell’aggiungere una XML sitemap al tuo sito, e presentarla ai motori di ricerca.

Image credit

Ricevi tips gratuiti!

  • Ricevi spiegazioni esclusive.
  • Leggi le news del blog prima di chiunque.
  • Scopri come ottimizzare il tuo sito WP.

Diventa ciò che i tuoi competitor sognano di essere. Offri ai tuoi clienti l'opportunità di interagire attraverso una piattaforma digitale innovativa.